7 In Toscana/ Vacanze in Toscana

Un weekend a Castel del Piano: 7 buoni motivi per andare!

Monte Amiata

La Toscana dalle dolci colline

Oggi vi propongo un weekend a Castela del Piano, sotto la caldera del Monte Amiata. Siamo a pochi km dalla straordinaria Val d’Orcia, patrimonio mondiale dell’Umanità secondo l’UNESCO.

Castel del Piano, un antico borgo tipicamente toscano. A prima vista appare arroccato in cima a una collina, da cui domina sulla campagna circostante. Le vigne e i campi di grano vi stanno aspettando in questo angolo della regione.

 

Castel del Piano

 

Castel del Piano

Cogliete l’occasione di un weekend a Castel del Piano per scoprire i sapori della Valdichiana e Val d’Orcia.  Dai vini DOCG (Brunello di Montalcino, Nobile di Montepulciano, Chianti classico, Vernaccia di San Gimignano) agli olii extra vergini di oliva: come il DOP Terre di Siena, DOP Chianti classico e IGP Toscano; ma anche i salumi di Cinta senese, le carni di razza Chianina e lo zafferano. Per non parlare dei dolci: il Panforte,  Panpepato e i Ricciarelli.

Avete voglia di faticare un po’ ?

Nessun problema! Questa zona, come del resto la maggior parte del territorio toscano, è ricca di percorsi cicloturistici.

Week-end Castel del Piano -Destinazione Toscana

Il cicloturismo in Toscana è un ottimo strumento per esplorare il territorio circostante. Sia che siate super allenati o che vogliate condividere una piacevole passeggiata con la vostra famiglia, potrete scoprire ambienti naturali unici, specialmente per chi parte da Castel del Piano e si avventura nella Val d’Orcia.

 

SETTE BUONI MOTIVI PER ANDARE A CASTEL DEL PIANO

 

Visita alla Chiesa della Madonna delle Grazie

Un weekend a Castel del Piano ne vale la pena per poter ammirare il dipinto la “Madonna col Bambino tra San Giovanni Battista e San Bartolomeo e angeli”. Di questa Madonna vi sono alcune copie: una si trova nel Museum of Art di El Paso (Texas, U.S.A. ), un’altra in Vaticano, dipinta da Gioacchino Sorbelli.

La raccolta di castagne e funghi

In autunno quando le foglie degli alberi iniziano a cambiare colore ecco apparire le castagne ma anche i funghi! (per gli intenditori la zona è ricca di porcini!)

Visitare il Museo di Palazzo Nerucci

Bellissimo esempio di architettura cinquecentesca nel centro di Castel del Piano, ospita raccolte di opere importanti di diverso genere tra pittura e grafica, sculture e reperti archeologici.

Visitare Montenero d’Orcia

La località, nota fin dal tempo degli Etruschi, si erge su un poggio di argille fossilifere che domina sulla Valle dell’ Orcia. Una vista panoramica da non perdere!

Montenero d'Orcia

 

Visitare la Pinacoteca Edo Cei

Qui trovate una mostra permanente di 20 caricature a china/lapis su cartoncino che rappresentano alcuni personaggi tipici di Castel del Piano a partire dagli anni 50. Per gli abitanti del luogo queste facce sono riconducibili a personaggi dell’epoca e del luogo che in qualche modo hanno caratterizzato la storia e la cultura del paese.

 

La vicinanza del territorio dell’ Amiata

Centri di grande prestigio artistico e culturale fanno di questo luogo un punto insolito ma curioso per raggiungere altri centri che merita visitare a chi viaggia in quest’area della Toscana: Montalcino, Pienza, Montepulciano, Chianciano, Pitigliano, Sovana, la Maremma, Scansano, Massa  Marittima.

 

Val d'Orcia

Arcidosso

A pochi Km di distanza da Castel del Piano, ad Arcidosso, risiede la comunità buddista Merigar dell’istituto Dzog-chen, installatasi sull’Amiata negli anni settanta, e fulcro oggi di un importante richiamo spirituale per la civiltà occidentale.

Potete visitare IL TEMPIO DELLA GRANDE CONTEMPLAZIONE: il tempio, ideato da Chögyal Namkhai Norbu è costruito interamente con materiali naturali, presenta numerosi dipinti e decorazioni. Dal suo centro, rappresentato da un fiore di loto, si dipartono raggi corrispondenti alle otto direzioni del mandala. Negli otto lati del tempio sono raffigurati i principali maestri di tutte le tradizioni spirituali tibetane e divinità dall’aspetto pacifico, feroce e gioioso.

 

Tempio della grande contemplazione

Foto di International Dzogchen Community Merigar West

 

Clicca qui e scopri anche la Garfagnana, una delle aree naturalistiche più belle della Toscana!

You Might Also Like

7 Comments

  • Reply
    Erika Cammarata
    12 giugno 2018 at 10:02

    Amo moltissimo la Toscana. La Val d’Orcia soprattutto mi ha regalato moltissime emozioni. Spero di riuscire a ritornarci quest’anno.

  • Reply
    Celeste
    12 giugno 2018 at 12:12

    Credo di esserci capitata solo di passaggio a Castel del Piano, e principalmente quando sbagliavamo strada per tornare dal mare… pur non avendolo lontanissimo, sull’Amiata abbiamo sempre prediletto Abbadia e Piancastagnaio, ma mi hai incuriosito molto perché non l’ho mai presa davvero in considerazione!

    • Reply
      Simona Genovali
      12 giugno 2018 at 14:15

      Ciao Celeste ti consiglio un giro da quelle parti, è veramente rilassante e il paesaggio è unico. 🙂

  • Reply
    Stefania
    12 giugno 2018 at 14:19

    Non conosco queste zone ma sono alla ricerca di nuove idee per viaggi di pochi giorni. Purtroppo muovendomi coi mezzi pubblici non è semplice pianificare un itinerario nei piccoli borghi.

    • Reply
      Simona Genovali
      12 giugno 2018 at 15:54

      Ciao Stefania forse con i mezzi pubblici ti conviene di più raggiungere mete come Lucca, Pisa o Firenze. Se hai bisogno di qualche informazione scrivimi pure. Ciao Simona

  • Reply
    rossella kohler
    12 giugno 2018 at 23:16

    Conosco bene Castel del Piano e soprattutto Montenero d’Orcia, dove abita una mia carissima amica. Hai descritto molto bene la zona!

  • Leave a Reply

    Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

    Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

    Chiudi