32 In Guest post/ Rubriche/ Toscana

Pistoia sotterranea. Un viaggio in compagnia di Alessandra Cortese!

Pistoia

Pistoia

Pistoia, Capitale della Cultura 2017, è stata per molto tempo messa da parte a favore di altre città toscane ben più famose come Firenze, Pisa o Siena. Fortunatamente la città toscana è stata ultimamente riscoperta dai turisti e oggi desideriamo farvela conoscere attraverso un itinerario giornaliero che tocca 3 luoghi simbolo del capoluogo toscano.

 

PIAZZA DEL DUOMO

Piazza del Duomo è considerata il vero cuore della città: qui trovano spazio i principali monumenti rappresentativi della vita civile e religiosa di Pistoia. Lungo i lati della piazza potrete ammirare la Cattedrale di San Zeno, il Battistero dalla forma ottagonale, la Torre Campanaria (l’edificio più alto di Pistoia), il Palazzo del Comune, il Palazzo dei Vescovi e il Palazzo del Podestà o Pretorio.

E’ proprio in questa Piazza che ogni anno il 25 luglio si svolge la Giostra dell’Orso, la più celebre manifestazione equestre della città. In questa occasione si sfidano nelle gare i 4 rioni cittadini in cui è suddivisa Pistoia.

pistoia

FORTEZZA DI SANTA BARBARA

Lungo le mura cittadine, il vostro sguardo verrà catturato dall’imponente Fortezza di Santa Barbara, fatta costruire nel 1331 da Cosimo I de’ Medici sui resti di un antico fortilizio medievale. La Fortezza nel corso dei secoli dovette subire un solo attacco ed è per questo che è giunta perfettamente conservata fino ai giorni nostri.

L’ingresso alla Fortezza è GRATUITO e, specialmente se avete bambini, vi potrete divertire a visitarla liberamente passando dalle sue torri di avvistamento ai sotterranei voltati a botte. Attraverso scalette, cunicoli e angusti passaggi vi sembrerà di tornare indietro nel tempo. Tra l’altro, dai camminamenti superiori potrete godere di un bellissimo panorama sulla città di Pistoia e sui monti vicini.

Tutto attorno alla Fortezza si estende un bellissimo parco dove, con la vostra famiglia, potrete rilassarvi, praticare sport o fare pranzo al sacco.

 

PISTOIA SOTTERRANEA E OSPEDALE DEL CEPPO

Nel nostro itinerario giornaliero alla scoperta di Pistoia non può mancare la visita ad uno dei luoghi simbolo di Pistoia, ovvero Pistoia sotterranea, che con i suoi 800 metri circa di lunghezza risulta essere il più lungo percorso ipogeo della Toscana.

Il percorso parte dall’Ospedale del Ceppo, il cui loggiato presenta un meraviglioso fregio in terracotta invetriata realizzato dalle famiglie Buglioni e Della Robbia. Pensate che nel 2013, anno in cui l’ospedale venne chiuso, risultava essere l’unico ospedale europeo ancora attivo fin dalla sua fondazione avvenuta nel 1277.

Nella prima parte del percorso lungo i sotterranei di Pistoia, potrete visitare il più piccolo anfiteatro anatomico del mondo. Qui gli studenti della Scuola di Medicina di Pistoia, potevano anticamente assistere alle lezioni di anatomia. Tra l’altro sembra che proprio qui a Pistoia sia stato inventato il bisturi, l’affilato strumento usato in campo chirurgico.

Proseguendo nell’itinerario, potrete visitare gli effettivi sotterranei di Pistoia dove le guide vi spiegheranno al meglio l’origine di questi cunicoli e la loro funzione nel corso dei secoli. Sentirete racconti di pellegrini, di mugnai condannati all’impiccagione e vedrete antichi lavatoi, iscrizioni antiche e molto altro ancora. Il percorso è suddiviso in tappe così che la visita risulti piacevole e ordinata.

La visita guidata dura circa un’ora e tutto il complesso ipogeo è completamente accessibile anche a persone con disabilità. Pistoia riserva molte altre sorprese.

Scopri di più su Pistoia!

Pistoia  pistoia

Suggerimenti

Vi suggeriamo di scoprirle poco a poco visitando con calma il suo centro storico dove, attraverso pochi passi, passerete dall’epoca medievale a quella rinascimentale. Per non parlare delle sue antiche osterie, del suo mercato rionale, dei suoi musei e dei suoi fantastici prodotti tipici da degustare nelle sue celebri botteghe. Pistoia è veramente un gioiello che merita una visita almeno di un giorno!

 

Mi chiamo Alessandra Cortese, sono piemontese, ma vivo nelle Marche dal 2002. Io e mio marito Roberto abbiamo aperto il blog Itinerari Low Cost con lo scopo di fornire spunti e idee di viaggio a spasso per l’Italia. Il nostro obiettivo è quello di proporre itinerari verso borghi, città d’arte e luoghi naturali meno conosciuti…sempre con un occhio al portafoglio. L’Italia è ricca di bellezze storiche, artistiche e paesaggistiche e siamo convinti che non sia necessario spendere grandi cifre per poterne godere.

 

You Might Also Like

32 Comments

  • Reply
    Alessandra
    12 Aprile 2018 at 13:30

    Grazie di avermi dato questa opportunità👍🏻❤️

  • Reply
    Simona Genovali
    12 Aprile 2018 at 13:38

    Grazie a te! La rete è collaborazione e opportunità! 💚 a presto e buona giornata!

  • Reply
    Katja
    12 Aprile 2018 at 20:54

    Non so perché, Pistoia non l’ho mai considerata nei miei viaggi in Toscana: sarà il caso di rimediare? Comunque io adoro le avanscoperte sotterranee, archeologiche e non: un punto a favore ad Alessandrata per aver attirato la mia attenzione su Pistoica 🙂

    • Reply
      Simona Genovali
      12 Aprile 2018 at 22:00

      Grazie! Ci fa molto piacere che ti sia piaciuto l’articolo! A presto e buon viaggio! 😁

  • Reply
    consuelo gennari
    13 Aprile 2018 at 15:07

    Visitare le città sotteranee da un ottima oppurtunità per comprendere la loro storia, io ho visitato Orvieto sotteranea ma anche Pistoia sembra interessantissima

  • Reply
    Cassandra - Viaggiando A Testa Alta
    13 Aprile 2018 at 16:19

    Wow! Una città interamente da scoprire! Magari ci organizzo un weekend!

  • Reply
    elisa scuto
    13 Aprile 2018 at 22:54

    È da un po’ che puntavo Pistoia, ma ammetto di averla trascurata finora…ora ho tutte le dritte per visitarla,;non mi resta che organizzare un weekend! 😉

  • Reply
    rosy
    13 Aprile 2018 at 23:14

    Ma sai che Pistoia non l’ho mai vista. Sicuramente Pistoia sotterranea è un giro che merita. Ho fatto Orvieto e Perugia sotterranea e ne sono rimasta affascinata.

  • Reply
    marina
    14 Aprile 2018 at 15:36

    Visitare le città non solo “sopra” ma anche sotto secondo me rende completo il giro tutristico e rendo tutto più magico e mistico. Pistoia mi manca, mi sono segnata i consigli di Alessandra

  • Reply
    Elisa
    14 Aprile 2018 at 17:30

    Nooo ma io Pistoia sotterranea mica la conoscevo??? Eppure son di Firenze!! Vedi, quante cose si scoprono. Prossima volta che ci passo ci vado.. mi hai proprio incuriosito!

  • Reply
    Federica
    14 Aprile 2018 at 17:52

    Non conoscevo questo lato di Pistoia.. ci sono stata da piccola tanti anni fa..
    A questo punto ho davvero un buon motivo per tornare a visitarla 🙂

  • Reply
    Chiara
    14 Aprile 2018 at 17:52

    E’ da un po’ che ho puntato questo itinerario, sono stata a Pistoia ma la parte sotterranea mi manca ancora!

  • Reply
    Dani
    15 Aprile 2018 at 9:07

    Una città da scoprire…mi piacciono molto questi itinerari sotterranei e nascosti

  • Reply
    Stamping the World
    15 Aprile 2018 at 11:22

    mai stata a Pistoia! Mi hai fatto scoprire un posto nuovo e l’ho subito inserita nei miei posti da vedere! 🙂

  • Reply
    Claudia
    15 Aprile 2018 at 13:42

    Wow! Pistoia sarà proprio da inserire nei miei giri fuori porta, mi piace scoprire i segreti sotterranei delle città, se non l’hai già fatto ti consiglio anche Torino sotterranea.

  • Reply
    Daniela
    15 Aprile 2018 at 16:14

    Non ci sono mai stata e onestamente non avevo idea vi fosse tanta meraviglia sotto terra! Da vedere sicuramente, chissà quanto bene si mangia poi!

  • Reply
    Bruna Athena
    15 Aprile 2018 at 22:27

    Dai, esiste anche Pistoia sotterranea: non ne avevo la benché minima idea!

    • Reply
      Simona Genovali
      29 Aprile 2018 at 17:09

      Si è un nuovo percorso. Te lo consiglio. 👋👋👋

  • Reply
    Sofia
    16 Aprile 2018 at 6:02

    Ecco una cosa che mi piacerebbe fare e non posso più fare. Visitare le città sotterranee. Uff. Mi godo le vostre descrizioni

  • Reply
    Valentina
    16 Aprile 2018 at 11:38

    Sai che non sapevo proprio dell’esistenza di una Pistoia sotterranea? Che bello scoprire queste cose 🙂 Avevo proprio in mente di visitare la città, e ora mi hai dato ottimi nuovi spunti per farlo 🙂

  • Reply
    Simona Genovali
    16 Aprile 2018 at 12:11

    Ciao Valentina! Mi fa molto piacere che ti sia piaciuto l’articolo e che tu abbia trovato spunti interessanti! Grazie per la visita!

  • Reply
    Barbara
    17 Aprile 2018 at 20:08

    Che bella scoperta! Grazie mille! Questo tesoro nascosto devo proprio scoprirlo! Il tuo articolo è fantastico!!

    • Reply
      Simona Genovali
      29 Aprile 2018 at 17:08

      Grazie Barbara! Mi fa piacere che ti sia piaciuto l’articolo. 💚

  • Reply
    SILVIA NOVELLI
    21 Aprile 2018 at 17:53

    Da toscana, ammetto di essere stata pochissime volte a Pistoia. Vorrei conoscerla meglio, grazie per questi spunti!

    • Reply
      Simona Genovali
      22 Aprile 2018 at 9:09

      Grazie a te Silvia per la tua visita. Se hai bisogno di ulteriori informazioni scrivimi!

  • Reply
    elisa
    29 Aprile 2018 at 15:35

    sono stata a Pistoia ma non ho avuto occasione di vedere Pistoia sotterranea! Devo tornarci!

    • Reply
      Simona Genovali
      29 Aprile 2018 at 17:07

      È un nuovo percorso della città. Permette di scoprire una Pistoia diversa! Grazie per la visita!

  • Reply
    sandra
    11 Maggio 2018 at 15:30

    Molto curioso questo itinerario, mi viene voglia di ripercorrere i tuoi passi. Io in toscana ho tre amici molto cari e ogni tanto scendo a trovarli… Ho potuto così vedere Firenze con gli occhi di un fiorentino doc e ora che ho scoperto il tuo blog farò altre gite!

  • Leave a Reply

    Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

    Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

    Chiudi