10 In Itinerari di un giorno/ Toscana

Pienza: il gioco del cacio al fuso! Vi spiego cos’è.

Destinazione Toscana

Pienza e il gioco del cacio al fuso

Può sembrare banale dirlo, ma Pienza è sempre bella di visitare, in primavera, in estate, in autunno! La definirei uno di quei posti da “quattro stagioni”! 🙂

Ma se capitate a Pienza, come è successo a me, la prima domenica di settembre, potrete assistere al tradizionale gioco del “cacio al fuso”!

 

Destinazione Toscana

Il gioco si tiene nella centralissima Piazza Pio II. Al centro della piazza è possibile scorgere un anello di marmo bianco, incastonato nella pavimentazione. E’ lì che viene posizionato il fuso. Poi un giocatore alla volta si inginocchia su un tappeto, messo a disposizione dei tiratori e lancia sul pavimento lastricato della piazza, una forma di cacio (di Pienza), cercando di farla avvicinare il più possibile al fuso, per ottenere il maggior punteggio.

Pienza

Insomma, c’è da che divertirsi e mangiare! Perché in quei giorni, per le vie di Pienza, oltre che a spettacoli di intrattenimento vari, potete deliziare il vostro palato con le degustazioni di formaggi e altri prodotti locali, presso gli stand allestiti dai produttori di zona.

Ricordatevi: qui siete nel cuore pulsante della Val d’Orcia, una delle zona più ricche della Toscana per quanto riguarda natura, bellezza e cibo! Ogni momento è buono per andarci!

 

Destinazione Toscana

Cosa vedere

Sulla piazza si affacciano la Cattedrale in travertino e il Palazzo Piccolomini. Passate il loggiato e davanti ai vostri occhi si aprirà una vista spettacolare sulla Val d’Orcia da lasciarvi senza fiato. Tutto intorno si elevano le residenze che Papa Pio II, a cui si deve la costruzione della città e da cui prende nome, fece edificare per dar lustro a quella che divenne la succursale della corte romana.

Una visita a Palazzo Piccolomini vi permetterà di scoprire la corte interna, il giardino pensile, le sale con gli arredi d’epoca, e di godere dal loggiato di un panorama mozzafiato sulla Val d’Orcia.

Il Palazzo fu la residenza di Papa Pio II e  fa parte del complesso monumentale che include anche la cattedrale e la piazza, voluto dal Papa stesso ed edificato nel 1459 dal noto architetto Bernardo Rossellino.

Per organizzare la vostra visita a Palazzo Piccolomini vi suggerisco di contattare il centro prenotazioni al numero 0577 286300.

Pienza è stata dichiarata patrimonio mondiale dell’umanità nel 1996.

“Pienza nata da un pensiero d’amore e da un sogno di bellezza”.

(G. Pascoli)

Scopri altre città toscane che puoi visitare!

 

You Might Also Like

10 Comments

  • Reply
    Elisa
    30 marzo 2018 at 22:54

    Sono stata a Pienza diverse volte ma il gioco del cacio al fuso non l’avevo mai sentito nominare!! Ganzo! Quante cose che si conoscono tramite il web anche a pochi chilometri da casa..

    • Reply
      Simona Genovali
      31 marzo 2018 at 12:17

      Eh già! Si imparano tante cose! Per questo gioco devi attendere settembre ma Pienza è sempre bella da vedere!

  • Reply
    Silvia
    6 aprile 2018 at 11:28

    Piena è semplicemente stupenda! E il tuo blog una bellissima scoperta per una come me che ama la Toscana! Ti seguo!!!

    • Reply
      Simona Genovali
      6 aprile 2018 at 11:58

      Grazie mille, sei molto gentile 🙂 Spero che leggendo i vari articoli tu possa trovare spunti per i tuoi viaggi in Toscana.

  • Reply
    Alessandra
    6 aprile 2018 at 12:27

    Sono stata a Pienza qualche anno fa e mi è piaciuta moltissimo. Questo gioco ricorda in parte un gioco antico delle Marche sempre con una forma di cacio, ma in questo caso bisogna lanciarlo più distante.

    • Reply
      Simona Genovali
      6 aprile 2018 at 12:41

      Ciao Alessandra, che belle queste similitudini che ci sono tra le varie regioni. Le tradizioni vanno sempre preservate e valorizzate, secondo me. A presto e grazie di essere passata.

  • Reply
    Marina
    6 aprile 2018 at 17:46

    Ma questo gioco è fantastico! Conosco Pienza, adoro i nomi delle vie (tipo via dell’amore), ma quest’usanza mi sfuggiva! Ganzoooo!!!

  • Reply
    Giulia
    15 aprile 2018 at 21:38

    Ma che forte il gioco del fuso! Ma poi quel cacio viene consumato? Sarà sicuramente bello saporito 😀

  • Reply
    Giulia
    30 aprile 2018 at 18:18

    Ho un ricordo bellissimo di Pienza e mi riprometto sempre di tornarci…potrei proprio farlo in occasione del gioco “cacio al fuso”!

  • Leave a Reply

    Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

    Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

    Chiudi