0 In Toscana/ Vacanze in Toscana

Lunigiana: cosa vedere al confine tra Liguria e Toscana!

Lunigiana cosa vedere

Lunigiana: cosa vedere nella parte nord della Toscana

La Lunigiana è considerata una regione storica del territorio italiano, divisa tra Liguria e Toscana.

Comprende le province di La Spezia e Massa Carrara.

 

In questo articolo, ci concentreremo soprattutto sulla Lunigiana, intesa come parte nord della Toscana.

Si tratta di una zona ricca di itinerari che potete fare a piedi, in bicicletta o in auto, tra Musei, antiche Pievi, Castelli e Dimore Storiche.

Passo dopo passo,  la Lunigiana vi saprà regalare il meglio della Toscana e dell’Italia.

Se decidete di fare questo itinerario in auto, gioverete della flessibilità e della libertà che solo un itinerario on the road vi può regalare.

Quest’anno poi, abbiamo tutti bisogno di ritornare a muoverci rispettando i propri tempi e prendendoci cura delle nostre passioni.

 

La Lunigiana è una terra da dove si può ricominciare.

Qui, dove le tradizioni convivono ancora oggi insieme ad arte, costumi e prodotti tipici da assaggiare.

Visitare la Lunigiana è davvero un’emozione unica e sono sicura che vi porterete a casa un grande bagaglio culturale e storico, da custodire per sempre nella scatola dei ricordi.

Vediamo adesso cosa vedere nella zona della Lunigiana che occupa la provincia di Massa Carrara.

Lunigiana on the road

Lunigiana: cosa vedere durante le vostre vacanze in Toscana

Se durante le vostre vacanze in Toscana, volete scoprire luoghi meno turistici, vi consiglio di spostarvi dalle spiagge della Versilia, verso l’entroterra toscano, in direzione Lunigiana.

A proposito: se alloggiate in Versilia,non perdetevi una visita alla Badia Benedettina di Camaiore o al piccolo borgo di Gombitelli, conosciuto per la realizzazione di oggetti in ferro e per i deliziosi prodotti di salumeria e i piatti della cucina tradizionale, come il cinghiale in salmì, il capriolo stufato, la zuppa alla frantoiana.

Vi consiglio anche una serata di shopping a Forte dei Marmi e una visita a Pietrasanta, chiamata “La piccola Atene”,  ricca di sculture di noti artisti come Fernando Botero e il compianto Igor Mitoraj.

 

Conosci la zona del Casentino ?

 

Lunigiana: cosa vedere in una terra di passaggio

Entrando nel territorio della Lunigiana, vi immergerete in una terra dominata in passato da due importanti famiglie nobili toscane: i Malaspina e i Medici.

Da sempre considerata come una terra di passaggio per i percorsi trans-appennici verso le altre regioni italiane, è stata oggetto di numerose controversie fin dai tempi dell’occupazione romana.

Le vicenda storiche che hanno coinvolto l’intera area della Lunigiana, hanno influenzato sull’organizzazione del suo territorio, ancora oggi ricco di borghi medievali da visitare.

 

“Tra il 1943 e il 1945 la Lunigiana patì alcuni degli episodi più tristi e più efferati dell’intero conflitto mondiale, ricordati in tutto il territorio da lapidi e cippi.

A testimonianza dell’importanza e della capillare diffusione della Lotta di Liberazione nel territorio lunigianese, sia la Provincia di Massa Carrara che quella della Spezia, furono

decorate dalla Medaglia d’Oro al Valor Militare per la Guerra di liberazione”.

(Fonte: www.visitlunigiana.it)

 

Lungiana: cosa vedere e quali borghi visitare

Fortezza Verrucola Fivizzano

Fortezza della Verrucola – Fivizzano (MS)

Verrucola

Vi consiglio di visitare Verrucola, una frazione del Comune di Fivizzano – un tempo importante centro feudale – conteso tra i Malaspina e l’antica e fiorente Repubblica di Lucca.

Vi innamorerete di sicuro della Fortezza della Verrucola, un castello ben tenuto e curato che domina dall’alto del suo colle, sull’omonimo paese.

Nel momento in cui vi scrivo (LUGLIO 2020) il castello risulta visitabile solo su prenotazione.

Vi consiglio per questo di contattare l’Ufficio Turismo ed Attività Culturali del Comune di Fivizzano, al numero 0585 92058.

Fivizzano Piazza Medicea

Fivizzano – Piazza Medicea

Fivizzano

Fivizzano è un altro borgo della Lunigiana che merita un po’ del vostro tempo.

E’ chiamato anche la “Firenze della Lunigiana”.

Vi parlo di un angolo di Toscana, in provincia di Massa e incastonato tra l’Appenino Tosco-Emiliano e le Alpi Apuane.

Un borgo che è stato dominato dalla famiglia dei Medici.

 

Cosimo I de’ Medici, nonché Granduca di Toscana, durante il periodo di ampliamento delle difese delle città toscane, inserì nella sua lista anche Fivizzano.

A seguito dei numerosi saccheggi che il borgo aveva subito, Cosimo decise di fortificare l’intera zona e nel 1540 iniziò la costruzione delle mura.

Fivizzano acquistò così la nomea di “città sicura”.

Fu allora che molti nobili del tempo, scelsero di stabilirvisi e costruirono case e palazzi che abbellirono la cittadina e contribuirono al benessere generale e a renderla un po’ come una piccola Firenze.

 

A Gragnola di Fivizzano, una frazione del Comune di Fivizzano, si può visitare il Castello dell’Aquila.

Domina dall’alto, in tutta la sua maestosità, il piccolo borgo medievale di Gragnola, abbracciato dai torrenti Aulella e Lucido.

 

Vi consiglio di scegliere Fivizzano, come punto di partenza, per scoprire la Lunigiana.

 

Pontremoli

Pontremoli

 

Pontremoli

Da Fivizzano, proseguite in auto per circa 40 minuti, in direzione di Pontremoli.

Se volete vedere dei ponti medievali, siete arrivati nel posto giusto.

Pontremoli è un borgo dai vicoli lastricati di arenaria che si sviluppa in una valle circondata da dolci colline e bagnata dal fiume Magra.

 

A Pontremoli potete visitare il Castello del Piagnaro, da cui venivano controllate le strade che scendevano dai valichi appenninici e portavano fino alla Val di Magra.

All’interno del Castello, si trova il  Museo delle Statue Stele Lunigianesi.

Le statue stele sono una particolare categoria di monumenti risalenti all’età preistorica.

Oggi se ne conoscono 80 esemplari, recuperati in vari periodi di tempo e in diverse località del territorio.

Le statue stele raffigurano in maniera stilizzata personaggi maschili e femminili, adornati con armamenti e monili.

Una visita al Museo rappresenta un vero e proprio viaggio indietro nel tempo.

 

A poche centinaia di metri dal centro storico di Pontremoli,  si trova Villa Dosi Delfini: un vero e proprio capolavoro in stile barocco, che vi consiglio assolutamente di visitare!

 

Pontremoli è sede del prestigioso Premio Letterario Bancarella. 

statue stele

Statue Stele

 

Lunigiana: cosa vedere a Sarzana in provincia di La Spezia

Non dimenticate di passare anche per Sarzana, una città tanto amata da Lorenzo il Magnifico che ne fece ricostruire la Fortezza Firmafedele, andata distrutta durante l’assedio dei genovesi e oggi denominata “Cittadella”: un vero e proprio castello da visitare anche con i bambini!

Sarzana è stata una deviazione al nostro itinerario in Lunigiana che ci ha portato fino alla provincia di La Spezia, in Liguria.

Una deviazione azzeccata e che vi consiglio di inserire nel vostro percorso.

Tra vie strette e suggestive mura quattrocentesche, Sarzana vi accoglierà con le sue botteghe artigianali e importanti negozi di antiquariato.

Sarzana è sede del prestigioso Premio Letterario Internazionale “Città di Sarzana”, che ho avuto l’onore di vincere nel 2017, con il mio libro “C’era una volta un padre“, edito dalla casa editrice Il seme bianco.

Sarzana Piazza Calandrini

Sarzana, Piazza Calandrini

Avete mai mangiato “La Pattona” ?

La Pattona è un pane sottile, dallo spessore di circa 1-2 centimetri, preparato con la farina di castagne della Lunigiana.

La particolarità di questo pane, è che viene cotto in forno a legna, avvolto nelle foglie di castagno.

Si mangia appena sfornato, farcito con la pancetta o la ricotta.

Se volete assaggiare questo piatto, tipico della cucina della Lunigiana, vi consiglio la Sagra della Pattona che si tiene ogni anno a fine Agosto nel paese di Agnino, vicino a Fivizzano.

Per avere conferma che la Sagra si svolgerà anche quest’anno, vi consiglio di contattare l’Ufficio Turismo ed Attività Culturali del Comune di Fivizzano, al numero 0585 92058.

la pattona

Grazie Lunigiana !

Il viaggio in Lunigiana è stata una vera e propria scoperta di bellezza – non solo fisica – per i suoi castelli incantati e i paesaggi degni delle favole di Andersen – ma soprattutto per il calore delle persone che ci hanno accolto nelle loro città e ci hanno abbracciato con le loro storie.

Riscoprire la bellezza a pochi passi da casa non è mai stato così semplice.

Ciao Lunigiana, grazie di tutto e a presto!

 

Lunigiana cosa vedere

 

Vuoi restare sempre aggiornato su cosa fare e cosa vedere in Toscana ? Iscriviti alla nostra newsletter e ricevi subito in regalo la Guida alle Vacanza in Toscana !

Sia che possiamo lavorare insieme ? Scopri come!

You Might Also Like

No Comments

Leave a Reply

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi