19 In Itinerari di un giorno/ Vacanze in Toscana

Il lago di Pontecosi: una passeggiata in Garfagnana in compagnia dell’elicriso !

Lago di Pontecosi

Le Alpi Apuane

Oggi vi portiamo in Garfagnana e più precisamente al lago di Pontecosi.

Prima però, lasciate che vi racconti un particolare.

Mio marito ed io abitiamo a pochi Km dal mare, ma le Alpi Apuane sono lì, alle nostre spalle.

Ricche di marmo, maestose e imponenti.

Con le loro cime imbiancate di fiocchi di neve in inverno, oppure coperte di boschi e vegetazione rigogliosa in estate.

A volte, capita tristemente di assistere a qualche incendio, soprattutto durante la stagione estiva. Lingue di fuoco che devastano ettari di terreno e distruggono la flora e la fauna del luogo. 🙁

Ma le Apuane resistono e per noi rappresentano un punto di riferimento. Per questo, le amiamo così tanto.

Lago di Pontecosi  Lago di Pontecosi

Gli apuani

Le Alpi Apuane ci ricordano le nostre origini. Un tempo infatti erano abitate dagli “apuani”, una popolazione risalente all’età preromana che aveva occupato i territori della Lunigiana, della Versilia e dell’Appennino tosco-ligure.

Ora vi starete chiedendo, che cosa c’entri tutto questo con il nostro itinerario al Lago di Pontecosi ? 

 

Il paese di Pontecosi

Bene, il paese di Pontecosi è circondato dalla Alpe Apuani e si trova nel cuore della Garfagnana, a circa 5 Km da Castelnuovo Garfagnana, che ne è il capoluogo.

Quando sentite parlare di Garfagnana, immaginate dunque la zona compresa tra le Alpi Apuane e l’Appennino tosco-emiliano, che dal 1929, fa capo alla provincia di Lucca.

Non si conoscono le origini precise del piccolo borgo di Pontecosi, ma alcuni resti archeologici ritrovati nell’area circostante, riportano indietro nel tempo, fino all’epoca degli antichi etruschi.

Destinazione Toscana  Garfagnana

Il lago di Pontecosi

Il paese sorge sulle rive del lago, da cui prende nome, Lago di Pontecosi.

Si tratta di un lago artificiale, creato da uno sbarramento dell’ENEL, costruito lungo il fiume Serchio che costeggia questo tratto della Garfagnana. Il lago rappresenta una delle numerose risorse idriche di tutta la zona.

E’ caratterizzato da acque poco profonde. Nel periodo invernale ospita folaghe e anatre selvatiche che trovano rifugio nelle acque intorno ai canneti.

E’ interdetta la caccia, mentre è possibile praticare la pesca sportiva. Il lago non è balneabile.

Nel 2000, tutta l’area circostante intorno al lago, è stata bonificata. Questo ha permesso la realizzazione di una passeggiata lungolago e di un parco giochi.

Lungo la riva sinistra del lago trovate diverse strutture coperte, attrezzate con panche e tavoli; non mancano le fontanelle di acqua potabile e giochi per bambini.

Sulle rive del lago è presente anche un punto di ristoro.

 

La chiesa di San Magno

Lago di Pontecosi

E’ la chiesa principale di Pontecosi. Si tratta di una piccola costruzione risalente al 1600 circa, più volte ristrutturata e ricca di tele che rappresentano diversi santi, tra cui S. Francesco d’Assisi e S. Antonio Abate.

 

L’elicriso

 

Lago di Pontecosi

Ma il vero motivo per cui abbiamo deciso di venire fin qui, oltre al fatto che mio marito è un appassionato di pesca sportiva, è stato il cosiddetto l’elicriso. A Pontecosi è possibile fare una passeggiata lungo il cosiddetto “percorso della salute”.

Intorno alla grotta di San Magno e al campanile della chiesa, troverete più di 1000 piantine di elicriso, disseminate lungo il camminamento, che renderanno il vostro itinerario ancora più salutare.

Basterà chiudere gli occhi e godersi il profumo di questi fiori gialli dalle numerose proprietà antistaminiche e antinfiammatorie.

Se volete vedere le piante nel loro massimo splendore, ricordatevi che l’elicriso fiorisce in estate!

Circondati dalle acque calme del lago e abbracciati dalle Alpi Apuane, per un giorno vi sembrerà di vivere in un quadro di Monet, nel cuore della Garfagnana.

 

You Might Also Like

19 Comments

  • Reply
    Roberta Isceri
    24 Aprile 2018 at 14:11

    Un posto assolutamente nuovo per me! I miei genitori vivono a Montepulciano ma ho frequentato ben poco la Garfagnana. Un motivo per andarci è sicuramente l’elicriso, che adoro!

  • Reply
    Francesca | Chicks and Trips
    24 Aprile 2018 at 14:15

    Ci devo portare il mio compagno che soffre di allergie. Bellissimo post, una bella scoperta, grazie.

  • Reply
    Raffi
    24 Aprile 2018 at 17:09

    Elicriso. Quando ho letto il titolo mi hai incuriosito: pensavo che fosse un animale. Non sapevo che fosse una pianta con queste proprietà antistaminiche. Lo suggerirò alla mia migliore amica che soffre di allergie e che con il periodo estivo soffre parecchio.

  • Reply
    Alessia
    24 Aprile 2018 at 19:52

    Questa zona é veramente bella. Una mia cara amica ha i genitori da quelle parti e quando vedo le sue foto mi dico sempre che é una zona che meriterebbe una visita.

  • Reply
    Erica
    24 Aprile 2018 at 21:29

    L’elicriso mi sembra già un ottimo motivo per visitare queste zone! Non soffriamo di chissà quante allergie ma male non può fare no? 😉

  • Reply
    Dani
    25 Aprile 2018 at 7:16

    Mi hai conquistata già con la prima foto! Che bella zona!

  • Reply
    Paola
    26 Aprile 2018 at 7:27

    Noi abitiamo a Lucca , abbiamo pranzato una volta vicino al lago ma non conoscevo questa pianta e le sue proprietà. Non avevo neanche visitato i dintorni , grazie per le informazioni !
    Ci torneremo

  • Reply
    Federica
    27 Aprile 2018 at 12:53

    Mi hai incuriosito dal titolo!
    Non conoscevo affatto questa pianta.. 🙂
    Comunque bellissimi posti! 🙂

  • Reply
    Cassandra - Viaggiando A Testa Alta
    27 Aprile 2018 at 14:57

    Mi piacerebbe un sacco passeggiare per questi splendidi paesaggi! Adoro la natura!

  • Reply
    Silvia
    27 Aprile 2018 at 19:39

    Ma che bei posti..non ci sono mai stata, ma mi piacerebbe molto.

    • Reply
      Simona Genovali
      27 Aprile 2018 at 19:44

      Ciao Silvia! Ne vale la pena. Tanta ombra e aria pulita. Poi si mangia benissimo! 😉

  • Reply
    anna
    28 Aprile 2018 at 10:04

    Che bell’articolo, ogni volta che entro nel tuo blog mi piace leggere i tuoi racconti, scrivi molto bene. Sei fortunata a vivere in queste zone, sono tutte bellissime ma mi ha colpito l’elicriso, mai sentito questo fiore, bellissimo, giallo e con effetti anche terapeutici. Cosa vuoi di più?

  • Reply
    Sara Chandana
    28 Aprile 2018 at 15:25

    Che meraviglia l’elicrisio e, in genere, tutte le piante officinali. Una farmacia naturale. E chissà che buon profumo. 🙂

  • Reply
    Claudia
    28 Aprile 2018 at 16:50

    Chissà che profumo intorno al lago! Non conoscevo ne il lago ne l’elicriso. In doppia scoperta grazie al tuo post.

  • Reply
    Cristiana
    29 Aprile 2018 at 22:37

    L’ elicriso è in effetti una pianta eccezionale, se non ricordo male il suo oleolito è ottimo per le scottature solari…che non saranno difficili da procurarsi in un posto cosi!

  • Reply
    Giovy Malfiori
    30 Aprile 2018 at 6:41

    Garfagnana e Lunigiana sono le mie zone preferite della Toscana.

  • Reply
    Valentina
    30 Aprile 2018 at 23:12

    Che bella zona! Non ci sono ancora stata, ma mi piacerebbe molto scoprirla. Mi hai dato nuove idee di viaggio 🙂

  • Reply
    Silvia
    1 Maggio 2018 at 15:35

    Bellissimo paesaggio e non ne ero assolutamente a conoscenza di questo posto meraviglioso!! Sono allergica a un mucchio di piante e pollini.. ne terrò di conto dell’elicriso!!

  • Reply
    Giulia M.
    1 Maggio 2018 at 15:58

    Pur trovandomi a poca distanza non sono mai stata a Pontecosi, ora mi hai incuriosito!

  • Leave a Reply

    Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

    Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

    Chiudi