0 In Lifestyle/ Rubriche

Cipressi in Toscana: simboli indiscussi della nostra Regione e di altri Paesi!

cipressi in Toscana

Cipressi in Toscana. Simboli indiscussi della Regione ma anche di altri Paesi

E’ inutile: alle tentazioni non possiamo resistere. Se vediamo una foto con un cipresso o un paesaggio raffigurato con alcune piante di cipresso all’orizzonte, pensiamo subito alla Toscana.

Succede così e il più delle volte è un’associazione di immagini azzeccata. Cipressi = Toscana. Oggi però, voglio raccontarvi una storia che mi ha spinto a scrivere questo articolo.

cipressi in toscana cipressi in toscana

Cipressi in Toscana. Il cipresso un albero sempreverde, simbolo di immortalità

Il cipresso (nome scientifico “cupressus”) è un albero sempreverde che appartiene alla famiglia delle cupressacee. E’ molto diffuso in Italia, specialmente in alcune regioni come la Toscana.

I cipressi, fin da tempi antichi, sono utilizzati come elementi decorativi per abbellire ville, antichi casolari, chiese e lunghi viali.

Non tutti però sanno che è possibile coltivare il cipresso anche in vaso. La sua forma affusolata lo rende un albero elegante e perfetto per questo tipo di coltivazione.

Il cipresso è da sempre considerato simbolo di immortalità ed emblema della vita eterna. Con la sua chioma si spinge sempre più in alto, in direzione del sole (ricordatevi che è un albero che ha bisogno di molta luce!), quasi a toccare il cielo, quasi a voler dire che l’anima è vicina a Dio.

Il cipresso inoltre, è uno dei quattro legni, insieme alla palma, al cedro e all’ulivo con cui si narra, venne costruita la croce di Gesù.

cipressi toscana cipressi in toscana cipressi in toscana cipressi in toscana

Cipressi in Toscana. Scopriamo in quali altri posti del mondo vivono i cipressi

Con il blog, mi capita di ricevere diverse foto di paesaggi toscani, fotografati da chi ha deciso di trascorrere qualche giorno di vacanza nella nostra splendida regione.

Un giorno, mi è capitata una cosa buffissima. Ve la racconto, con il permesso di Milena, la ragazza che mi inviò una foto di un paesaggio costellato di cipressi, credendo che fossero i classici cipressi in Toscana.

In realtà, analizzando bene la foto, mi sorse subito un dubbio. Il paesaggio non sembrava poi così “toscano”.

Sembrava più un territorio roccioso, costeggiato stranamente da alberi longevi, come i cipressi. Così chiesi a Milena maggiori informazioni sull’origine di quella foto.

Venne fuori che si trattava di una foto di un’amica, di un amico, di un’amica…che l’aveva spedita a Milena, per scherzo.

Quel paesaggio sullo sfondo non era infatti la Toscana, bensì si trattava dell’Iran.

Si, avevo letto bene: Iran. Il lontano paese del Medio Oriente che si affaccia sul Golfo del Persico.

E’ stato così che ho scoperto il Cipresso di Abarkuh, che non solo è un monumento nazionale in Iran, ma è uno degli alberi più antichi di tutto il mondo.

Secondo la leggenda, sarebbe stato piantato da Jafet, il figlio del profeta biblico Noé.

cipressi nel mondo

I cipressi nel mondo. Dove crescono ?

Alcune specie di cipresso sono originarie dell’Iran e della Turchia, altre della California e del Messico.

In Italia ed in particolare in Toscana, i cipressi sono stati introdotti in epoca Romana e da quel momento hanno fatto sempre parte del nostro paesaggio.

I cipressi si sono adattati perfettamente al clima Mediterraneo e ricordatevi che possono essere coltivati con facilità, anche in vaso.

Cipresso di Abarkuh

Cipresso di Abarkuh

 

Hai mai visto i cipressi in Toscana ? Scopri dove puoi vederli con i tuoi occhi!

 

cipressi in Toscana

Cappella della Madonna di Vitaleta (SI)

You Might Also Like

No Comments

Leave a Reply

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi